MAMMA IN RETE è un Servizio per la Prima Infanzia che sin dall’anno 2010 ha sostenuto le neo mamme della città di Salerno che hanno manifestato problematiche affettive, relazionali e finanziarie, chiedendo e ricevendo un supporto genitoriale e/o per la conciliazione dei tempi di vita e del lavoro (sia perché occupate che in cerca di un lavoro). Il Servizio Sperimentale ed integrativo “MAMMA IN RETE” è stato attivato il 9 giugno 2010. È stato reso possibile dall’inserimento del progetto nel Piano Straordinario per lo Sviluppo dei Servizi Socio Educativi per la Prima Infanzia, deliberato dalla Regione Campania a cui la cooperativa sociale “FILI D’ERBA” in partnership con il Comune di Salerno ha partecipato.

 

Successivamente il Progetto è stato cofinanziato, per un triennio, dall’Unione Europea, dalla Regione Campania e dalla Cooperativa e nelle successive annualità è stato interamente finanziato dal Comune di Salerno, che si è fatto carico negli anni dell’aumento delle spese dovuto all’incremento del Servizio, che è passato da un Servizio con pochi utenti ad un Servizio equiparabile a un asilo nido.

Il Servizio viene di prassi pubblicizzato sia con mezzi di comunicazione di massa, che attraverso i canali istituzionali: Segretariati Sociali Comunali ed i servizi territoriali erogati dal Piano Sociale di Zona, ASL,Azienda Ospedaliera ecc …

 

Inoltre risulta importante ed efficace la costante collaborazione con U.O.M.I. distretto 66 Asl Sa 2, con cui si programmano ogni anno incontri di sensibilizzazione ed informazione, sia per le mamme dei bambini iscritti che per i residenti del quartiere.

 

Il Servizio Integrativo, Innovativo e Sperimentale MAMMA IN RETE si caratterizza per l’accoglienza di bambini dai 3 ai 36 mesi, con progetti personalizzati in prossimità alle effettive esigenze dei nuclei familiari e delle mamme, in modo da permettere la ricerca o il consolidamento di percorsi di costruzione di una vita sana.

 

La rete esterna, istituzionale e non, negli anni si è rinforzata ed estesa non solo ai quartieri limitrofi ma a tutto il territorio, favorendo la costruzione di una rete con cui agire in sinergia.

L’equipe multidisciplinare del progetto si occupa della formazione delle mamme dal punto di vista pedagogico per un corretto svolgimento delle mansioni affidate, attraverso un percorso di apprendimento di tecniche di pronto soccorso e sulle modalità di primo intervento, e con attività laboratoriali per intrattenere i bambini.

 

L’inserimento al Servizio viene effettuato con l’osservazione dei bambini, attraverso la presenza, l’alleanza e la mediazione con il genitore, per favorire una relazione significativa ed affettiva con il bambino, spostando gradualmente il suo interesse al nuovo contesto. La continuità di tale progetto, inoltre, garantisce ai bambini già in carico e alle loro madri di poter ricevere un supporto fondamentale per la genitorialità.

 

L’analisi sociale e la lettura dei bisogni del territorio, derivati dall’esperienza degli anni precedenti degli operatori coinvolti nel progetto, ha evidenziato una crescita del tasso di natalità nella zona orientale di Salerno, con aumento di gravidanze in madri molto giovani e ragazze madri, con nuclei monoparentali provenienti da famiglie multiproblematiche, per cui emerge la necessità di sostenere l’inserimento di bambini che provengono da questi contesti, su segnalazione dei Servizi sociali comunali.

 

Gli operatori impegnati sono gli stessi da diversi anni e garantiscono professionalità e competenze. Le mamme educatrici vengono invece selezionate attraverso colloqui e sopralluoghi presso le loro abitazioni, al fine di verificare l’idoneità degli ambienti e la presenza dei requisiti necessari per svolgere la mansione richiesta.

 

Alcune di queste donne che hanno i requisiti necessari ma non possono ospitare i minori presso le proprie abitazioni, effettuano il servizio presso la sede operativa “Raggi di Sole” (anche a titolo di volontariato). Nella selezione hanno priorità le mamme già inserite nel progetto, per garantire la continuità educativa del Servizio.